A vendere le ciacce

Oggi abbiamo rischiato di finire proprio lì, al mercato, a vendere le ciacce.
È stata una giornata pazzesca, con azienda ed operatori in ginocchio, per via di un down elettrico particolarmente bastardo.
Ho lasciato da poco l’ufficio, insieme alle madonne tirate dai clienti.
Sono qui e penso.
Dovrei essere contento, mi dico.
Dovrei essere contento perché, alla fine, l’abbiamo sfangata (rotture d’apparati e madonne a parte).
E invece non sono contento e avrei solamente voglia di sparire.

Click.

0 pensieri su “A vendere le ciacce

Rispondi

A vendere le ciacce

Oggi abbiamo rischiato di finire proprio lì, al mercato, a vendere le ciacce.
È stata una giornata pazzesca, con azienda ed operatori in ginocchio, per via di un down elettrico particolarmente bastardo.
Ho lasciato da poco l’ufficio, insieme alle madonne tirate dai clienti.
Sono qui e penso.
Dovrei essere contento, mi dico.
Dovrei essere contento perché, alla fine, l’abbiamo sfangata (rotture d’apparati e madonne a parte).
E invece non sono contento e avrei solamente voglia di sparire.

Click.

Un pensiero su “A vendere le ciacce

Rispondi