Assolo interpretativo

In fondo al tunnel ed al V canto

Assolo

[…](mus.) nell’ambito di un pezzo di musica d’assieme, brano eseguito da un solo strumento o da una sola voce, con accompagnamento o senza[…]

Da tempo ascolto una canzone che mi ha quasi divorato.

E’ sicuramente incentrata sulla muta dialettica di due personaggi contrapposti (tanto nella vita, quanto sulla scena).
E’ una canzone che parla di insensibilità; insensibilità al dolore e all’ascolto.

Un dottore ed un artista (non) si parlano.
Sembra che il dottore (come un qualsiasi ciarlatano dei nostri tempi) sia così sicuro di sé da poter proporre una cura, un rimedio. Qualcosa di definitivo, insomma.

Eppure, mentre scorrono i versi, si capisce perfettamente che, per l’artista, tutto questo è un palliativo.
Niente potrà riportarlo ad essere ciò che era, a riassaporare tangibilmente le gioie e le smanie del passato; sapori e colori legati, inscindibilmente, alla giovinezza.
Ormai il muro è erto.

Il dottore insiste, poiché non riceve risposta.
Infligge una pena che non può essere misurata, in termini di dolore, poiché le urla sono mute e, benché i pensieri siano distinti, non riescono ad oltrepassare la cortina.
Giovinezza, maturità. Medico, paziente.

L’ascolto è riservato a chi sta all’esterno. Non c’è più comunicazione e, in effetti, sembra non esserci più alcuna via per raggiungere la salvezza.

Chi assiste allo scontro ha l’esatta percezione di quello che non potrà più essere.
E, mi permetto di dire, almeno fino alla fine del (non) dialogo, l’ascoltatore avrà un pirandelliano avvertimento: questo scontro terminerà solo con la dipartita dell’artista.

Il passaggio tra ciò che si avverte e ciò che si sente è la chiave di questo brano.
La chiave arriva ai 4:35.

E’ in quel momento che l’artista, inaspettatamente, si libera e riprende il suo spettacolo, dopo le inutili esortazioni del fastidioso dottore.
Non c’è morte: c’è solo una rinascita, che sale dal profondo e finisce per toccare il cielo.
E così, chi ascolta non può che tirare un sospiro di sollievo e liberare tutti i propri brividi.

http://www.youtube.com/watch?v=jySUpMqmzd4

Rispondi